• prova_slide2

Pilates e Magic Ring

  magic ring
Vi è capitato a volte di seguire lezioni Matwork di Pilates utilizzando il magic circle o magic ring?

Ma a cosa serve?
E’ un anello di metallo di circa 40 cm di diametro che serve per potenziare gli esercizi di pilates grazie alla sua flessibilita’ e alla resistenza alla trazione.

Quando Joseph Pilates Inizio’ ad usare quest’anello, adoperava i cerchi dei fusti per la birra, poi con gli anni sono stati creati anelli di plastica o di metallo oppure una combinazione dei due materiali con vari tipi di resistenza.

Il magic circle puo’ essere collocato  all’interno delle gambe per esercitare la parte inferiore del corpo o tenuto in mano per allenare la parte superiore. Puo’ essere utilizzato fino a 4 volte la settimana.

BENEFICI
Uno dei benefici di questo attrezzo è che non sollecita  le articolazioni perchè non si usano pesi ma allo stesso tempo consente di acquisire tonicità muscolare.

I movimenti che si eseguono effettuando esercizi di Pilates devono essere fatti lentamente, con consapevolezza,  concentrazione ed in modo armonico. Oltre a tonificare i muscoli, aumentare la stabilità e migliorare la postura, questi esercizi migliorano l’elasticità e la coordinazione senza sovvracaricare e affaticare il corpo.

Occorre fare molta attenzione a concentrarsi sul punto di partenza dell’ esercizio, deve venire dal tronco (core), dal centro del corpo! Prima di eseguire l’esercizio respira in modo ampio così da ingrossare la gabbia toracica lateralmente e verso la schiena, attivando ad ogni respirazione i muscoli dell’addome e del tronco.

Seminario di Osteopatia e Pilates 21 Marzo 2015

images

Sabato 21 marzo 2015

Orario 11,00 – 12,30

Presso lo Studio Yoga Pilates di corso Tassoni 25

L’Osteopatia è una terapia naturale manuale, con approccio causale più che sintomatico, studia l’individuo nel suo complesso e non si accontenta di risolvere il sintomo.

L’obiettivo del trattamento osteopatico è quello di ristabilire la mobilità dei diversi sistemi del corpo per migliorare la loro funzione, regolazione e interazione.

Lo scopo principale del Pilates è quello di rendere, attraverso una sequenza di esercizi fisici mirati ripetuti nel tempo, le persone consapevoli del proprio corpo e della propria mente, unendo questi due aspetti in una singola, dinamica e funzionante unità.

Partendo proprio da questa definizione, si possono riconoscere i punti d’incontro che questa disciplina ha con l’Osteopatia, la quale si basa su: unità del corpo, relazione tra funzione e struttura, autoguarigione.

Quindi sia il Pilates che l’Osteopatia lavorano sulla consapevolezza corporea.  

Quota sociale di partecipazione: 20€ soci iscritti, 25 € esterni.

Importante: Per partecipare al Seminario è necessaria la prenotazione e il pagamento anticipato, poichè il seminario è a numero chiuso. Per info e prenotazioni: tel 0110686662 – 0115364466 Orario segreteria: dal lun al ven dalle 16.00 alle 20.00

Seminario Esperienziale Yoga Sciamanico

yoga sciamanico

Sabato 28 Marzo 2015

dalle h. 9.00 alle h. 13.00

Un’esperienza a contatto con i simboli e i rituali universalmente riconosciuti come la base dello Yoga più antico ed esoterico e dello sciamanismo di tutte le latitudini.

Quando si reintegrano simboli e rituali nella psiche, che ne conserva integra la matrice, la vita si arricchisce di nuovi stimoli creativi, si favorisce l’ampliamento della coscienza, ma soprattutto ci si armonizza con la Madre Terra, culla del sacro e parte costitutiva dell’ identità psicofisica di ogni creatura.

È una pratica che riconnette agli elementi, fondamento dell’essere, stimolando perciò nuove visioni della realtà. Consente di fare esperienza dello stato naturale, nell’ottica di un’ecologia del profondo che veicoli, di riflesso, attenzione e cura, nonché partecipazione attenta verso l’esterno.

Quota sociale di partecipazione: soci iscritti in studio 40€, esterni 45€

Importante:

Per partecipare al Seminario è necessaria la prenotazione e il pagamento anticipato, poichè il seminario è a numero chiuso.

Per info e prenotazioni: tel 0110686662 – 0115364466

Yoga & Pilates per i più piccoli!

pilates kid

Yoga e Pilates sono di solito discipline associate agli adulti. Tuttavia, altri studi stanno dimostrando che queste attività mente-corpo possono aiutare i bambini a crescere e svilupparsi forti, sani, mentalmente equilibrati.

POSTURA
Cattiva postura, respirazione superficiale e rigidità muscolare non sono uno stato naturale solo dell’adulto. I bambini di oggi trascorrono una quantità eccessiva di tempo tra computer, videogiochi, televisione e telefoni cellulari, dimenticando sane abitudini di movimento e una corretta respirazione.

FIGLI SANI
Noi tutti vogliamo che i nostri figli crescano sani e felici, quindi è davvero spaventoso scoprire che l’obesità infantile, deficit di attenzione, iperattività e disturbi d’ansia sono tutti in aumento in Occidente. Tuttavia, se si introducono alimenti naturalmente nutrienti e l’esercizio consapevole come Yoga e Pilates il più presto possibile, possiamo cominciare a invertire queste tendenze.
Se state cercando di coinvolgere i vostri bambini prendete in considerazione l’introduzione della disciplina Yoga e Pilates. I bambini sono naturalmente flessibili e hanno bisogno di divertimento, efficaci ed economiche forme di attività fisica sono in grado di fornire non solo i risultati, ma di stimolare anche la partecipazione continua.

RICERCHE SCIENTIFICHE
Secondo uno studio pilota pubblicato in Medicina Preventiva, 30 ragazze dagli 11 ai 15 anni che hanno effettuato lezioni di Pilates matwork 5 giorni alla settimana per 1 ora al giorno per un periodo di 4 settimane hanno armonizzato la loro postura, riscontrato una notevole riduzione di massa corporea, oltre a considerarla una forma piacevole di esercizio fisico! I ricercatori hanno concluso che le classi di Pilates mat possono svolgere un ruolo importante nel migliorare la salute e il fitness dei ragazzi giovani. Inoltre, il programma potrebbe essere facilmente aggiunto come costo relativamente contenuto nell’attività dopo-scuola.

6-7 dic 2014 Seminario di respirazione col Metodo Buteyko

Seminario

Seminario METODO BUTEYKO

Data

06 – 07 dicembre 2014

Descrizione

Il seminario si svolge presso il nostro Studio, è tenuto dall’insegnante Gianni Girotto, testimonial di riferimento della disciplina in Italia. Il metodo Buteyko è uno strumento di tecniche respiratorie molto semplici, ma con un alto impatto sul nostro sistema respiratorio. E’ una metodologia codificata dal dottore/scienziato russo

A chi rivolto

L’incontro è rivolto a coloro che vogliono imparare praticamente la metodologia di respiro Buteyko per un uso personale, persone che soffrono disarmonie respiratorie, e/o insegnanti di discipline olistiche interessate ad integrare le proprie conoscenze nelle tecniche respiratorie.

Dove e quali orari

Il seminario si tiene sabato 6 dalle ore 14,00 alle ore 19,00, e domenica 7 dicembre dalle ore 9,00 alle ore 18,00 a Torino presso il nostro Studio Yoga Pilates corso Orbassano 191/1.

SEMINARIO APAKELIE YOGA – 18 ottobre 2014

Seminario


SEMINARIO APAKELIE YOGA –
DAL CORPO ALLA MENTE, DAL RESPIRO ALL’ENERGIA

APAKELIE YOGA respiro, relax e forza interiore lo yoga mette in connessione corpo e mente e aiuta ad eliminare lo stress di tutti i giorni.

L’Apakelie yoga è uno stile di yoga concepito appositamente per il praticante, prende le sue origini dallo yoga tradizionale, fondendo anche conoscenze di Thai yoga, lavora con la respirazione, la meditazione e i mudra, con un’attenzione particolare al Bhakti yoga, cercando di diffondere il messaggio della Bhagavad-Gita.

SABATO 18 OTTOBRE

ore 11,00 – 13,00

Cso Orbassano 191/1

L’insegnante Roberta Truppi terrà un seminario il giorno SABATO 18/10 ore 11:00 presso lo studio di C.so Orbassano 191/1 di Apakelie Yoga.

Il costo del seminario è di €20 per i soci e € 25 per i non soci e €35 per teacher

Importante:
Per partecipare al Seminario è necessaria la prenotazione e il pagamento anticipato, poichè il seminario è a numero chiuso

A.S.D. Ourcommunity
STUDIO YOGA&PILATES
Corso Tassoni 25 Torino
Mail info@yogapilates.it
Tel. +39 011.068.6662
Cell. +39 333.66.33.775
Cell. +39 328.22.22.390
Fax +39 011.198.24.998

Prevenire e curare il mal di schiena lombare

onelegstretchprepilates Semplice esercizio per aiutare la mobilizzazione degli arti inferiori con l’interessamento del tratto lombare della schiena per prevenire e curare il mal di schiena. Stendevi supini con le ginocchia piegate ed entrambi i piedi appoggiati sul pavimento. Il peso deve essere ripartito equamente su entrambi i lati del bacino. Sentite bene la zona lombare del corpo appoggiare al pavimento, impegnate gli addominali e staccate un piede dal pavimento senza modificare l’assetto generale nel resto del corpo. E’ importante tenere la parte posteriore (attaccata al pavimento) del corpo stabile e immobile. Poi continuate alternativamente con l’altra gamba, utilizzando la respirazione, stacco ed espiro, porto al pavimento ed inspiro. Immaginate di avere una bacinella d’acqua sulla pancia da non versare mentre muovete la gamba. Quando avrete provato per un pò di giorni potrete anche staccare il piede dal pavimento allungando una gamba per volta di 45° dal pavimento

Riallineamento Posturale nel Pilates

L’aspetto Posturale della disciplina PilatesIl corpo è un’unità funzionale, cioè l’insieme degli elementi che lo compongono si influenzano reciprocamente. Ogni alterazione locale, muscolare, articolare, circolatoria o viscerale si ripercuote sull’insieme funzionale. Il corpo crea perciò una corazza rigida di muscoli, tendini, legamenti e articolazioni che ci viene segnalata attraverso le contratture. Queste rigidità creano disequilibri posturali e cattivo funzionamento di alcuni organi interni che spesso sono fonti di dolore. Obiettivi del Postural Pilates: – armonizzazione posturale – allentare le tensioni della muscolatura cervicale e lombare – alleviare i dolori articolari e muscolari – riequilibrare le curve fisiologiche della colonna vertebrale – migliorare elasticità muscolare e mobilità articolare – migliorare la percezione corporea – eliminare la tensione emotiva. Il Postural Pilates è una disciplina che offre un nuovo approccio di condizionamento muscolare. L’importanza della postura: Definiamo il concetto di postura come la posizione complessiva e reciproca di corpo ed arti e l’orientamento assunto nell’insieme nello spazio. L’esecuzione di ogni atto motorio è il risultato di un integrazione tra gesto volontario e tutti gli aggiustamenti posturali involontari, necessari per il mantenimento dell’equilibrio. Ogni volta che il soggetto perde le capacità di ricevere, elaborare o rispondere ad uno stimolo esterno rischia di andare incontro a problematiche di tipo posturale che potranno influenzare il suo essere. La postura è influenzata anche dallo stato psicologico del soggetto che, a seconda del proprio stato d’animo, andrà ad atteggiarsi a livello corporeo in svariati modi, per difendersi e reagire.
AZIONE DEL CARICO E DELLA GRAVITÀ SULLA COLONNA VERTEBRALEIl carico e la gravità esercitano una compressione sulla colonna. L’azione del peso si scarica dall’alto verso il basso in due direzioni : – perpendicolare alla vertebra sottostante – forza che fa slittare la vertebra sottostante su quella inferioreEFFETTI DI CARICO Il carico tende a seconda dell’inclinazione delle vertebre a far scivolare avanti o indietro le stesse, aumentando e diminuendo così le curve interessate alla colonna vertebrale. Il giusto equilibrio e la corretta postura sono garantiti da una serie di sinergie muscolari. Si rivela fondamentale inserire nei programmi di allenamento esercizi che coinvolgono la globalità delle catene cinetiche, che stimolano alla propriocettiva e all’intervento dei muscoli stabilizzatori. RESISTENZA AL CARICO La resistenza al carico della colonna vertebrale è strettamente legata alle curve che la stessa presenta sul piano sagittale. Risulta però fondamentale mantenere le tre curve fisiologiche durante l’esecuzione degli esercizi con sovraccarico per garantire una maggiore sopportazione del peso. L’annullamento della lordosi lombare comporta infatti una riduzione del 50% della resistenza al carico della colonna. DIFFERENZE DEL CARICO LOMBARE NELLE DIVERSE POSIZIONI Diamo il valore 100 al carico registrato in stazione eretta e esprimiamo gli altri carichi in percentuale di questo – sdraiati supini 25% – sdraiati decubito laterale 75% – stazione eretta 100% – stazione seduta 140% – stazione eretta busto inclinato avanti 220% – stazione seduta busto inclinato avanti 275% CONCLUSIONE A differenza di quanto si è portati a pensare, la stazione eretta sembra essere la scelta migliore per l’esecuzione degli esercizi con sovraccarico. Il sollevamento di carichi da terra dalla stazione eretta, deve essere effettuato adottando la corretta postura e biomeccanica del gesto. L’esecuzione degli esercizi in posizione seduta richiede il corretto mantenimento delle curve fisiologiche della colonna. – una leggera inclinazione della panca – l’utilizzo di un supporto lombare.

Benefici del Pilates all’Osteoporosi

Un costante allenamento nella disciplina del Pilates produce un graduale riequilibrio a livello Posturale, il che comporta comporta meno carichi sulla colonna vertebrale sulle articolazioni (coxo-femorali, ginocchia, caviglie) producendo spesso un miglioramento degli organi di digestione ed emuntori. Nel caso specifico il Pilates è soprattutto un ottimo alleato nel miglioramento degli effetti degenerativi dell’osteoporosi. Forse non tutti sanno che le nostre ossa sono delle strutture vive, hanno una loro innervazione ed una loro irrorazione sanguigna, le quali hanno una impotanza fondamentale nella conservazione dei nostri organi nel movimento e soprattutto nella lotta cha tutti i giorni ci troviamo ad affrontare confrontandoci con il nostro più grande non amico “LA GRAVITA'” (è brutto considerarla nemica, del resto sopravviviamo grazie ad essa 😉 ). Provate ad immaginare come saremmo senza il nostro sistema scheletrico, degli enormi invertebrati spiattellati a terra senza possibilità di muoverci nello spazio. In acqua le meduse (invertebrati) hanno una loro valenza ed attraverso questo sistema riescono a sopravvivere ed a nutrirsi, chiaramente agelovate dal fatto che la gravità in acqua viene ridotta drasticamente ma non necessitiamo di grande immaginazione nel considerare che una medusa appoggiata a terra sarebbe immmobile, impedita in qualsiasi tipo di movimento anche il più elementare. Il nostro sistema scheletrico in collaborazione con alcuni processi muscolari, (vedi la teoria delle leve) ci ha permesso di sollevarci da terra offrendoci maggiori opzioni di direzione, quindi di nutrimento ed avvicinandoci idealmente al sole, e noi recuperato questo pensiero cerchiamo di non spezzare questo filo conduttore che l’evoluzione ci ha donato far si che questo grado di sviluppo si mantenga in continuo dinamismo. Perchè il Pilates ci aiuta a prevenire ed a migliorare il processo degenerativo delle ossa? Il Pilates essendo in linea di principio una disciplina posturale e riabilitativa trasmette attraverso dei movimenti dolci ed in scarico gravitazionale (solitamente gli esercizi Pilates vengono svolti distesi, con la colonna vertebrale appoggiata sul tappetino, la quale in questa condizione si scarica dalla compressione della gravità) degli importanti stimoli alle ossa, le quali maggiormente irrorate di energia (ricordiamoci di essere composti da atomi=energia) attraverso un processo chiamato “osmosi” riequilibrano i loro contenuti cellulari e tendono ed irrobustire la loro condizione diventando più elastiche e meno soggette a fratture e/o rotture. La dieta e le abitudini: RECENTI STUDI DIMOSTRANO CHE I LATTICINI SONO ASSOLUTAMENTE DA SCONSIGLIARE NEI CASI DI OSTEOPOROSI Hanno fatto scalpore negli Usa le dichiarazioni, di recente rilasciate a Newsweek, da Walter Willet, capo della nutrizione della Scuola di salute pubblica dell’Università di Harvard. “I paesi con più alte assunzioni di calcio” ha dichiarato lo studioso, “hanno le percentuali più alte di fratture; non le più basse”. I grandi amanti di latte e formaggi, norvegesi, svedesi, americani hanno un’incidenza di fratture tra la popolazione di molte volte superiore a quella che si registra in Cina continentale, dove non si beve latte. Da sempre il latte animale è ritenuto un alimento sano, nutriente, fortificante e rimineralizzante grazie al calcio che contiene. In realtà, diverse ricerche hanno portato medici e ricercatori a considerarlo nocivo per l’uomo e responsabile di numerose patologie – fra cui demineralizzazione, decalcificazione, problemi digestivi, intestinali, ed ormonali Quali Alimenti Come tutti saprete gli elementi che regolarmente (forse anche troppo regolarmente) assumiamo come alimenti sono alla base del nostro del nostro processo vitale. Nelle persone soggette ad Osteoporosi l’alimentazione è un aspetto molto importante da seguire. Prove scientifiche dimostrano che, di per sé gli integratori di calcio non funzionano. Sostanze consigliate per l’assunzione di Calcio: Verdure: Broccoli, Cavolini di Bruxelles, Zucca, Carote, Cavolfiore, Sedano Cereali: Riso integrale, Pane di mais, Farina di frumento integrale biologica Frutta: mela, banana, fichi secchi, arancia, succo d’arancia, pera Legumi: Fagioli neri messicani, Ceci, Fagioli bianchi piccoli, Fagiolini vari, Fagiolini verdi, Piselli, Lenticchie, Cannellini Linee giuda nella prevenzione: Un crescente numero di studi sta convalidando gli effetti estremamente benefici di un programma regolare di movimento, quale può essere la disciplina del Pilates al fine di aumentare la densità ossea. L’osteoporosi è una malattia degenerativa della cultura occidentale. L’abbiamo causata noi stessi con il nostro regime alimentare e il nostro stile di vita, nonché l’assunzione di certi farmaci.
Situazioni e sostanze che rubano il calcio nelle ossa:
  • Squilibrio acidi/alcali all’interno del nostro corpo
  • Alcool
  • Anoressia
  • Antibiotici
  • Farmaci Valium e Librium
  • Tabacco
  • Caffeina
  • Diuretici
  • Eccesso di proteine animali e prodotti caseari (formaggi, yogurt etc.)
  • Elevato consumo di grassi saturi (grassi animali)
  • Elevata assunzione di sale
  • Vita al chiuso, in assenza di sole (carenza di vitamina D)
  • Pillola contraccettiva
  • Digestione lenta
  • Stile di vita sedentario
  • Stress
  • Consumo di zucchero (soprattutto quello raffinato cioè quello bianco)
  • Metalli tossici come piombo, alluminio, mercurio, cadmio (sostanze contenute in molti cibi in scatola e nelle otturazioni dentarie)

Pilates in Gravidanza

Le lezioni di Pilates in Gravidanza prevedono l’utilizzo delle dinamiche più leggere e lente del Pilates, con un approccio legato alla sfera materna quale entità completa “corpo mente spirito”. DONNE IN GRAVIDANZA Per le future mamme che abbiano superato il primo trimestre di gravidanza. Imparare dalla gravidanza La gravidanza è un momento particolare nella vita delle donne: si investe molto su di essa e le future mamme dovrebbero imparare, in una società dai ritmi sempre più frenetici, a rallentare e a riportare l’attenzione verso se stesse e la vita che sta crescendo dentro di loro. La pratica mantiene il corpo in forma ed aiuta a scaricare lo stress sia fisico sia mentale, anche dal futuro nascituro, che incosciamente assorbirà le sensazioni di benessere e quiete della mamma. Circolazione Sanguigna e Linfatica Le tecniche inoltre aiutano a migliorare la circolazione sanguigna e linfatica, agiscono per riequilibrare il sistema ghiandolare, agiscono sul sistema immunitario e rafforzano il sistema nervoso. Le future mamme possono far propria una disciplina volta al raggiungimento del benessere psico-fisico che le accompagnerà durante questa irripetibile fase della loro vita ed oltre: anche all’arrivo del futuro nascituro sarà importante conoscere una tecnica che permetta, di recuperare la condizione pscicofisica precedente in poco tempo, e di rilassarsi e rigenerarsi tra una sveglia notturna ed una poppata. Lezione nel dettaglio: La serie delle lezioni di Pilates incentrate sulla gravidanza sono strutturate in modo da lasciar sempre spazio alla zona del pancione della mamma lavorando sull’apertura delle anche (che sarà importante anche per il parto) e sulla articolazione femorale (articolazione coxo femorale) permettendo una amle asana che alleviano le algie della colonna vertebrale così tanto caricata e sfavorevolmente del peso del la mobilizzazione dolce del rachide e che rilassano la muscolatura contratta che spesso è causa di algie/dolori, il corso è consigliato per tutte le persone che accusano disarmonie al rachide o a coloro che semplicemente concentrano tutte le tensioni in questa zona.
Colonna vertebrale Il Pilates inoltre è incentrato sul benessere del nostro pilastro portante, la colonna vertebrale, a partire dalla base – il bacino ripercorrendo la zona lombare, fino ad arrivare alla zona toracica e cervicale. Le posizioni del Pilates, dolci e accessibili a tutti, riequilibrano lì dove c’è disarmonia. La pratica mantiene il corpo in forma ed aiuta a scaricare lo stress sia fisico sia mentale, allenando la mente ed il corpo ad essere forti e flessibili di fronte alle difficoltà e ai cambiamenti. Le tecniche aiutano a migliorare la circolazione sanguigna e linfatica, agiscono per riequilibrare il sistema ghiandolare, agiscono sul sistema immunitario e rafforzano il sistema nervoso.
PPM

STUDIO PPM TORINO

Corso Tassoni 25, TORINO
Corso Orbassano 191/1, TORINO
Via Guarini 4, TORINO

Tel e Cell

011.068.66.62 – 349.236.48.70
011.536.44.66 – 324.772.68.13
011.19705609 - 3711812414

Mail

info@yogapilates.it
ИТ новости